Engage Conference 2018 – Content is king

Content: il re della giornata

Giovedì 11 Ottobre, presso l’Auditorium IULM, si è tenuta la terza edizione dell’Engage Conference a tema “Content is king”.

(Qui il link al sito ufficiale dell’evento:” http://www.engage-conference.it/.)

In questa giornata si è trattata la tematica dell’online marketing e più precisamente del social marketing ed i contenuti che li compongono, i cosiddetti Content, che lo rendono un’ottimo strumento di vendita nonchè di pubblicità per il Brand o azienda che sia.

La conferenza è iniziata con un discorso introduttivo all’Engage Conference, basato principalmente sull’ Online in Italia e le sue nuove prospettive, un cammino non così semplice nel nostro Paese, vista la grande concorrenza di paesi che utilizzano il metodo di online marketing da molto più tempo.

Tra Branded content e Campagne social

La prima Speech che apre l’evento è di “Ciaopeople“, (ogni speech ha una durata che varia dai 15 ai 30 minuti) che racconta il mondo Content dal loro punto di vista: un canale tra editori e brand, fatto di una maggiore attenzione e cura dell’ Advertising e dalla creazione di Branded content, come ad esempio quelli realizzati per Fanpage.it.

Prosegue “Friendz“, una giovane (nata da meno di sette mesi) startup italiana che fornisce nuove opportunità alle aziende, nello specifico l’app cerca di arginare il problema della difficoltà di comunicazione tra i Community manager ed i loro clienti/ Prospect a causa della mole d’informazioni che l’utente riceve durante la sua navigazione online. La strategia di Friendz consiste nel creare un meccanismo tra gli utenti e le campagne da sviluppare in maniera diretta. L’utente dovrà molto semplicemente registrarsi in seguito al download dell’app, scegliere la campagna a cui partecipare e seguendo le istruzioni, pubblicare una foto a tema che finirà nella libreria di Friendz e che potrà essere votata dagli altri utenti. La strategia è molto semplice e basilare ma proprio per questo motivo è efficace e veloce, perché riesce a coinvolgere gli utenti in modo diretto in piattaforme già molto conosciute e frequentate quali Instagram e Facebook, permettendo agli utenti di guadagnare qualche soldo ed accrescere Brand Awareness delle aziende partecipantiche  investendo su nuove vie di pubblicizzazione, sempre più in crescita.

Si ritorna sul tema Branded Content con Marco Labellis e Nicoletta Giannattasio di Talks Media,  Matteo Giarrizzo, Head of media Italy, Greece and Cyprus di Henkel e Valentina Genghini, Product manager di Cameo sulla sua creazione ed applicazione sui social, in particolare si fanno molte riflessione sul Branded Content, un tipo di contenuto originale e singolare, distribuito sul web, tv e tramite altre tipologie di pubblicità. Il Branded Content deve essere originale e creato ad Hoc per l’azienda, le sue caratteristiche,i temi che affronta e ciò che offre e tutto questo, risulta essere molto impegnativo e difficoltoso da creare, offrire e mostrare oltre che risultare particolare ed esaustivo agli occhi degli utenti con i quali si desidera interagire. E’ perciò necessario definire dapprima i veri intenti e le prerogative dell’azienda per poter comprendere e sviluppare un Branded Content che rispecchi e pubblicizzi l’azienda.

Con Matteo Scortegagna, CEO & Founder di Zerostories si discute sulla differenza tra ADV ed Entertainment;

L’ “Home made” è virale.

La palla passa poi a Benedetta Rossi (“Fatto in casa da Benedetta“), che, grazie alla collaborazione con Margit Gamper, Executive Market Manager di Cameo, è riuscita a far breccia nel mondo social attraverso semplici video “home made” diventati virali per la familiarità e la misura a portata di tutti.

Engagement: nuovi modi e figure

Con Emanuele Landi di FOX Networks Group Italia, Tommaso Ricci di Y&R, Giorgio Corradini di Seedtag ed Elisa Lupo di IAS, si entra nello discorso “Social Engagement” esulle nuove e diverse sfaccettature che si sono formate (  “Brand Advocates”, clienti molto soddisfatti e fidelizzati e “Brand Ambassador”, clienti soddisfatti ed entusiasti tanto da promuovere l’azienda tra i propri contatti).

L’Influencer nel social marketing: tra dubbi e certezze

Con Adrian Sordi, Co-Founder & CEO di Hoopygang, si arriva poi a discutere del Social Influencer Marketing e di quanto influenzi il modo di fare marketing, analizzando anche i dati statistici rilevati, i quali esprimono pareri diversi e molto discordanti tra di loro, soprattutto  riguardo alla figura dell’ “Influencer”, ritenuta essenziale ed utilissima per la gestione del social media marketing ma d’altro canto ritenuta altrettanto “pericolosa” per l’azienda per la quale esso lavora in quanto ha in mano la completa gestione del brand e di come esso si pone sui social.

L’importanza del social nei Brand

Molto interessanti sono stati gli interventi da parte di Brand come Kidult, brand di gioielli nato da poco tempo ma che, grazie all’intervento dei social è cresciuto tantissimo, arrivando a creare collaborazioni con importanti artisti come Vasco Rossi, creando gioielli utilizzando estrapolati delle sue canzoni ed inserendoli sul gioiello.

Il potere della comunicazione nella Z Generation

Si è poi parlato delle nuove forme di comunicazione sui social ed in particolare Marco Pinna, Head of media di ScuolaZoo ha portato un vero e proprio dizionario del linguaggio della cosiddetta “Generazione Z” o “Millennials” ovvero gli adolescenti d’oggi, i quali coniano e rendono virali nuovi termini e modi di dire, spopolando in tutto il mondo in brevissimo tempo e con un’incredibile frequenza.

Branded Podcast, semplici storie audio o strumenti per il marketing?

In ultima, con l’intervento di Davide Panza e Mirko Lagonero di MyVoxes, si è esposto l’argomento dei “Branded Podcast”, una nuova tipologia di contenuto, almeno per noi italiani, infatti, all’estero è già molto diffuso ed utilizzato, che si basa sul contenuto audio e sulla sua potenzialità di creare brevi storie che, non avendo una presenza visiva ma soltanto audio, stimolano l’ascoltatore ad usare la propria immaginazione plasmandola con i dialoghi e la musica proposti, riuscendo ad avere buoni riscontri nel mondo del marketing e per la creazione di Brand Audience.

 

 

CONTATTACI